ABOUT

Vincenzo Spanò, artista livornese formatosi a Firenze, crea bijoux utilizzando svariati materiali. Attraverso l’uso di perline, cristalli, resine e pietre colorate, Vincenzo Spanò riesce a trasmettere la sua vivace creatività.

Numerose sono le collaborazioni da lui intraprese con grandi stilisti della moda italiana.Eleganza e raffinatezza, fantasia e ispirazione, questo è ciò che lo caratterizza.

La maestria accompagnata da un’incommensurabile creatività dà vita a splenditi oggetti da indossare per sentirsi liberi e felici.

 

VINCENZO SPANO’di Francesca Giorgetti (in Ornamenta n. 23/01)

È nella splendida cornice di Firenze che Vincenzo Spanò, originario di Livorno, crea gioielli fatti di perline e cristalli.Creativo per natura, ama infatti la pittura, modellare la creta, i lavori manuali in genere, il designer sottolinea quanta importanza abbiano avuto la formazione presso la Scuola di Moda Sarteco e le sue esperienze professionali nell'evoluzione del suo percorso "artistico", sfociato nella realizzazione di fantastici bijoux: "II periodo trascorso lavorando presso l'Atelier "Aprosio & Luthi" di Firenze come designer di gioielli, borse e accessori mi ha permesso di esplorare ancora di più il mondo del gioiello fantasia, suscitando in me la consapevolezza e la curiosità di voler affrontare in esso un'avventura tutta mia", racconta Vincenzo. Quella per i bijoux è una vera passione, evidente fin dall'infanzia, quando a sette anni si dilettava, telaio alla mano, a creare braccialetti e anelli con i materiali a disposizione, fossero anche piccoli sassi. Oggi dà vita con una tecnica tutta sua, a bijoux in perline di cristallo di Boemia infilate su filo di ferro, dedicandosi soprattutto a "ritrarre" elementi naturali. Ed è proprio la Natura la musa ispiratrice di Vincenzo che, con grande sensibilità, disegna i suoi gioielli pensando a tutto ciò che di splendido essa ci regala. Nascono così anelli, spille, collari, braccialetti, ciondoli che riproducono piccoli animali, conchiglie e creature, marine, fiori, tutti caratterizzati da colori scintillanti e poi... collari elisabettiani, rosari di cristallo, pezzi unici o da creare su ordinazione disegnati con gusto e impreziositi da quel non so che di spirituale che Vincenzo vi infonde nel realizzarli.

Perle, Vetro e Colore di Francesca Scavetta (in Ornamenta-Moda Bijoux n. 40/06)

Regina indiscussa nelle collane della nuova collezione di Vincenzo Spanò è la perla, sia essa di cristallo, di vetro di Boemia.Con l'abilità artigianale che da sempre lo contraddistingue, il poeta delle conterie Vincenzo Spanò realizza collane irresistibili, nelle quali le perle giocano in elegante armonia con le mille sfumature dei cristalli iridescenti. Frutto di un lavoro minuzioso, ogni pezzo è realizzato con estrema cura dei particolari; le perle colorate, i cristalli, le piccole perline sono infilate con maestria e questi bijoux diventano veri e propri ornamenti ai quali è difficile resistere. Corte, medie oppure lunghe, le collane sono belle non solo per i materiali ma anche per gli affascinanti accostamenti di colori. Ecco così bijoux luccicanti, tintinnanti, colorati, gioiosi da toccare e da indossare.

Le Collane che Sfilano con Cavalli e Ferrè di Federica Lessi (Il Tirreno 21 Luglio 2005)

Castiglioncello. Perline, medagliette, nastri e personaggi dei cartoni. Un filo di fantasia e la creatività ludica di un bambino tengono insieme le collane di Vincenzo Spanò. Livornese con la passione del riciclo e una formazione da stilista, confeziona collane vintage con materiali disparati, secondo le ultime tendenze delle passerelle. Ha realizzato prototipi di accessori per stilisti come Emilio Pucci, Gianfranco Ferrè e Roberto Cavalli, lanciati nelle sfilate e destinati a una produzione limitata. L'ultima creazione, per "Cavalli Just" è un collier con frange scalate in perle e cristalli di Boemia, abbinato alla collezione autunno-inverno. Ma le collane "matte" di Spanò, alla Fierucola delle idee al Pasquini, sono oggetto di culto anche tra i frequentatori del festival In-Equilibrio. L'estate asseconda lo spirito ludico di queste collane con fiori, conchiglie, Speedy Gonzales, Topolino.«La collana "matta" nasce due anni fa - spiega - per diretta ispirazione alla mia parte infantile. Ho messo insieme la passione per il riciclo, i ricordi delle nonne, i bottoni, le medagliette e le perline colorate di quando ero bambino. L'ho chiamata così perché rispecchia il mondo di oggi e le contraddizioni del tempo in cui viviamo». Una bizzarria condivisa e apprezzata da molti, se le creazioni che Spanò realizza nel suo laboratorio, facendosi aiutare da mamma Bruna e papà Giuseppe, si trovano anche a Firenze, Milano e New York. Merito dei colori freschi ma anche della creatività artigianale e della qualità dei pezzi più preziosi, molto richiesta dagli stilisti per le linee accessori. Grazie all'incontro con i responsabili di questo settore di alcune case di moda a Firenze, Spanò da anni collabora con Pucci, per cui ha realizzato una linea di gioielli in perle di cristallo sfaccettate in 5 gamme cromatiche, e Cavalli, che ha apprezzato le sue creazioni in perline a forma di insetto per simpatici gemelli-orecchino. Spanò vanta tra le sue clienti Vittoria Puccini, volto televisivo di Elisa di Rivombrosa, l'attrice Paola Quattrini e la giornalista di Canale 5 Cesara Buonamici. A Castiglioncello si è aggiunta Anna Meacci, catturata come molte clienti dalla collana "scacciaguai", che in un filo di perline colorate lega cornetti e scongiuri, medagliette con santi, scopetta spazzaguai e cupido con freccia incoccata. Per scongiurare i fischi con allegria, non si sa mai.

 

Vincenzo Spanò - elle.it di Tarcila Bassi, 29 Maggio 2013

Vincenzo Spanò è stato stregato dalla moda sin da giovane. "Grazie" ad un tragico, ma "illuminante" incidente, decide di dedicarsi alla sua vera passione: i gioielli. Costretto a letto per mesi infatti, si vede cambiare la vita da una scatola piena di perline colorate, regalo di una sua amica. Prendono così il via le sue collezioni, il cui fascino risiede nell’uso del colore très chic e mai invadente. Le sue creazioni - realizzate a mano - sono disegnate appositamente per essere donanti sul corpo femminile. Tra le proposte più famose di Vincenzo Spanò sono il colletto e la pettorina. Il primo ispirato nei colori all'artista messicana Frida Khalo, la seconda, più giovane, perfetta alle sere d’estate, ideale con un semplice abito monocolore.

  • Facebook Black Round

info@vincenzospano.com

Via San Colombano 35/A - Scandicci (FI)